Una serata così…………

Una serata così, con la pizzata del gruppo che parteciperà all’imminente torneo de La Rete, sarebbe piaciuta ad Emiliano Mondonico.
Perché è stata bella e spontanea, intensa e sincera, libera e partecipata, e ha messo a fuoco, se mai ve ne fosse stato bisogno, che per le iniziative in cui si crede si è capaci di spendersi, anche in senso letterale, in prima persona.
Non tanto il costo della pizza, tra l’altro già scontata dal generoso patron del Calicantus, nostro sponsor, ma quel che si può dare, approvvigionamenti utili alla cassa, che sia un obolo per una birretta o un contributo per il pedaggio autostradale per l’Emilia Romagna o per la benzina del pullmino: l’importante è sentirsi utili alla causa, e chiunque nei prossimi giorni può ancora chiamarsi e dirsi presente.

E questo metodo, di un salvadanaio permanente, da rompersi nei momenti di difficoltà, dovrebbe essere intrinseco alla nostra mentalità, e comunque alla portata di ciascuno: la società è di chi ne fa parte.
Lo diceva don Leandro Rossi, indimenticato sacerdote lodigiano: chi piu’ ha, piu’ deve dare; don Leandro fu fondatore delle comunità di Famiglia Nuova, realtà non a caso, insieme a quella de Le Pleiadi, parte integrante e fondamentale di questo progetto sportivo e sociale: resta incredibile che uno come il nostro amico Vincenzo Panicola, che di calcio penso non conoscesse neppure l’Abc elementare, sia assorto a esperto, quasi un commissario tecnico, potrebbe persino soffiare il posto a Conte, Ancelotti o Mancini.

Le iniziative esaltanti, uniscono. E questa squadra, mista tra i nostri ragazzi italiani ed i nostri ragazzi africani, è una sfida esaltante: ed è stato bellissimo, a fine allenamento, il lungo abbraccio tra il gigante Alberto Pacchioni, ragazzo d’oro e di talento, ed un suo compagno di squadra, un affratellamento che sembrava un patto per le prossime gare di Cesenatico, al villaggio di Gatteo Mare.

Per la terza volta a questo evento ha partecipato una fotografa del gruppo di Digital Camera School, scuola fotografica del nostro territorio: le sue osservazioni mi hanno commosso; ha visto ragazzi educati e perbene, forti col pallone, ed un grande tecnico ed educatore in mister Gabriele Peccati, poche parole e tutto un gruppo gli obbedisce, questa è la vera statura di un leader. E la Laudense Ausiliatrice non può che essere fiera di collaborare con un fior di tecnico come lui.

Devo dire che questi giovani ragazzi hanno colpito anche me: i nostri calciatori, Albe Pacchioni e company, li conosciamo bene; conosciamo anche Adama, Malek, e Damian, ma altri io non li conoscevo ancora: e sono rimasto a bocca spalancata. In casa, abbiamo diamanti grezzi da portare alla luce, miei cari!
E’ stata una bella serata. Su cui costruire, e tanto.

E’ bellissimo vedere queste amicizie che crescono, questa accoglienza che si genera in fatti concreti, questi adulti che si prodigano con grande, vero entusiasmo.
E adesso, adesso andiamo a vincere!
Senza presunzione, senza arroganza, forti dei nostri piedi e della nostra testa. Della nostra amicizia, e del nostro entusiasmo. Andiamo a vincere perché ce lo meritiamo, anche se mister Peccati questi discorsi non li ama.

In bocca al lupo ragazzi.
Siamo tutti con voi!