Ma che bella, TERRIBILE sorpresa!

Le ragazze della I Divisione stasera, allorquando vedranno materializzarsi innanzi ai loro occhi coach Carlo Terribile, penseranno ad una sorpresa estratta dal cilindro di un prestigiatore. Invece, mai scelta fu più ponderata e studiata: si voleva il meglio come nuovo Secondo da affiancare a coach Sonia Napelli, ed il meglio sulla piazza è stato trovato, e per fortuna in casa propria, nella grande famiglia della Laudense Ausiliatrice.

Come noto ai più, Marta Malgrati ha preso un periodo di pausa dalla palestra, per lei le porte saranno sempre aperte, spalancate, anzi le ante sono proprio state tolte dagli infissi, ma adesso è giusto che questa squadra abbia i quadri tecnici al completo.

La scelta su come e su con chi sostituirla cadeva su due alternative, entrambe valide ed affidabili. Uno dei dirigenti ha lungamento parlato con i due papabili, ma come prima cosa ha cercato di intercettare le direttive di coach Napelli, che alla fine ha dettato due precise indicazioni: che, chiunque si scegliesse,fosse una persona che di pallavolo capisse e che, a quel punto, potesse essere portatore di un effettivo valore aggiunto in termini di esperienze e di competenze.Così, chiedendogli la generosità di un supplemento d’impegno, si è virato esclusivamente su coach Carlo Terribile.

L’architetto lodigiano, da una vita nei quadri tecnici della storica Laudense, è rimasto sorpreso dalla proposta, ma ha immediatamente accettato senza alcuna titubanza, pur sapendo che dovrà sobbarcarsi un aggravio di ore in palestra. L’ha fatto, fondamentalmente, per più di una ragione: è un uomo della Società Laudense Ausiliatrice e non poteva certo rimanere indifferente ad una richiesta di aiuto da parte della squadra che disputa il principale torneo pallavolistico; stima moltissimocoach Sonia Napelli e sa che qualcosa da lei, in primis dalla sua capacità di creare gruppi monolitici, potrà a sua volta imparare.

Ma la vera sorpresa sarà per le ragazze: in questi anni coach Terribile ha affrontato più volte, quelle timoniere della panchina allora avversaria, le più giovani della nostra squadra. Ma conosce, ancora meglio, anche le anziane.

Nei colloqui preliminari con il dirigente emissario – e poi c’è chi si ostina a dire che quest’anno manchi la dirigenza a questa squadra! – ha espresso per le atlete parole di elogio, rivelando una conoscenza formidabile su ciascuna di loro, e non nascondendo su certi aspetti cosa andrebbe eliminato e cosa migliorato. Avrà modo di confrontarsi con il suo Primo – vale a dire la Napelli –  ed insieme potranno adottare tutte le soluzioni che insieme riterranno più opportune. Qui è tradizione che, fissati dalla dirigenza i paletti generali degli obiettivi e le coordinate di principio – poi i tecnici abbiano carta bianca, e nessuno sulle distinte metta il naso.

Il presidente De Toma e il direttore sportivo Poiani hanno ringraziato coach Terribile per la sua disponibilità, sottolineando da un lato le sue riconosciute qualità e dall’altro il valore della società sportiva Laudense Ausiliatrice, dove tutti impegnandosi concorrono alle soluzioni allorchè ve ne sia necessità.

E ora, a lavoro!